Nudi

Alessandro Giusberti

“Il nudo femminile è un paesaggio surreale“. Salvador Dalì.

Il nudo femminile ha sempre interessato gli artisti nel corso della storia. In Occidente la scoperta della “Venere marina” di Pompei influenzò tutto il XVI° secolo. Michelangelo dipingeva nudi nella Cappella Sistina e scolpiva statue di nudi, i romani, i greci, ma anche nel periodo del Barocco il nudo di entrambi i sessi era ben accettato più o meno ovunque.

Penso che in tutte le arti figurate la sensualità, insita nella donna, non solo abbia largamente surclassato quella maschile, ma che sia stata l’epicentro fondamentale in tutta la storia dell’arte, dalla preistoria ai giorni nostri.

Leggi di più

Nel nostro mondo contemporaneo il nudo femminile, in qualsiasi modo la si voglia vedere, sembra che abbia lo stesso successo che ha avuto in passato; la fotografia, l’editoria, la cinematografia e internet insieme ad artisti di ogni tipo confermano questa ipotesi e l’attenzione del pubblico è più che mai accesa.

Una mattina mi svegliai di soprassalto pensando: “Perché non posso dipingere in TV dal vivo una donna completamente nuda?” Se, come credo, ritrarre una modella integralmente nuda non è un’offesa per la morale (si insegna nelle scuole di belle arti), un nudo in quanto arte è lontano dall’essere oggetto di critiche conformiste e bigotte. Non mi preoccupavo di quelli che si potevano scandalizzare e, sicuro delle mie idee, dopo una settimana, ero nel programma più seguito di tutto il Brasile, nello show della famosa conduttrice Ana Maria Braga.

Quando la modella apparve nello studio televisivo ci fu un silenzio tombale, era come mamma l’aveva fatta, non aveva nulla indosso tranne la sua carne. Gli operatori immobili guardavano la scena. Lei si sedette ed io davanti al cavalletto, conscio che avrei avuto poco tempo per realizzare il dipinto, cercavo di darmi da fare e in pochi minuti feci l’abbozzo a pennello. Non feci in tempo ad ultimarlo in quelle due ore, ma fu un successo lo stesso, la gente intorno a me mi abbracciava congratulandosi, ma soprattutto fu ringraziata la modella.

 

Scopri le opere a catalogo

ANACRONISMI

Anacronismo è un termine che può essere definito da un fatto o da un oggetto al di fuori del tempo, inserito dunque in un contesto temporale che non gli appartiene – Scopri le opere

DINAMISMO

Alla fine degli anni ’70, dopo mezzo secolo di distanza dalle ricerche dei Futuristi, Alessandro Giusberti riprende la tematica del Dinamismo, diventando all’avanguardia in ambito contemporaneo – Scopri le opere

ESPRESSIONISMO CONTEMPORANEO

In pittura l’Espressionismo è una alterazione del reale provocata nell’accentuare le espressioni dell’uomo e del suo intero habitat – Scopri le opere

REALISMO URBANO

La pittura è nata come rappresentazione del reale: un punto di vista individuale, realizzato manualmente, ma che ha origine nella mente, nel mondo delle idee e che utilizza tutti i sensi recettivi dell’uomo – Scopri le opere

METAMORFOSI URBANE

La metamorfosi nasce da speculazioni visive date da immagini rilevate in velocità. È stata una delle ultime, appassionanti ricerche da me svolte alla fine degli anni ’80 – Scopri le opere

PLURIDIMENSIONI

La deformazione delle immagini nel movimento, nelle sovraimpressioni, negli assemblaggi delle unioni di varie dimensioni mi ha sempre affascinato fin dall’adolescenza – Scopri le opere

TRASFIGURAZIONI

Una ricerca sulla realtà attraverso la deformazione dell’immagine che, passando attraverso un materiale deformante come ad esempio un vetro soffiato supera un limite (trascende) da un luogo ad un altro, si trasforma da una condizione ad un’altra, passando attraverso le transparenze – Scopri le opere

SANTO STEFANO

Nel 2012 mi venne commissionato dai Monaci Benedettini un ritratto di Santo Stefano per l’omonima basilica di Bologna, andando a sostituire una riproduzione degli anni ’60 di una figurina raffigurante il Santo di 20 cm. senza valore che stazionava nella chiesa da mezzo secolo indisturbataScopri le opere

FIGURE

La pittura si avvale anche di simbolismi, ma bisogna ricordare che tutto e tutti vengono rappresentati come figure filtrate dalla cultura spirituale, concettuale e visiva di ognuno di noi – Scopri le opere

NATURE MORTE

Forse oggi, in questa stupida era, dove si vive al momento e non si contempla nulla della natura, ma al contrario la si distrugge, dipingere la natura, anche se morta, può forse sembrare anacronistico e fuori moda – Scopri le opere

DISEGNI

Il disegno sorregge la scena pittorica, è lo scheletro della pittura. Il disegno è espressione, dinamismo, è il segno che diventa soggetto, è il bello scaturito dall’immaginazione e dal Creato – Scopri le opere

RITRATTI

Nell’espressione del viso di una persona in effetti si può trovare una vita intera, la sofferenza e la gioia, quello che si è perduto e quello che si vuole ancora conquistare – Scopri le opere

SCULTURE

Sia nella scultura che nella pittura si plasma una materia. Si possono usare infinite tecniche, utensili e svariati macchinari, ma personalmente prediligo l’ausilio espressivo delle mani – Scopri le opere

Social Media