Alessandro Giusberti
PITTURA CONTEMPORANEA

Alessandro Giusberti Pittore Contemporaneo Roma

Alessandro Giusberti

nasce a Bologna nel 1955.

Studia al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Giusberti è un pittore dell’immagine e fa della sua ricerca quasi un evento esoterico, trovando nella realtà l’immagine che non è rivelata. Escludendo sempre l’iperrealismo come etichetta, nei suoi quadri porta, sia attraverso la tecnologia sia con la copia dal vero, la sua esperienza, sommando le immagini della memoria per creare una dimensione nuova che parte dalla realtà per finire nell’individualità dei sentimenti, degli istanti che lui stesso ha vissuto.

Visualizza il Curriculum Vitae

Alessandro Giusberti Pittura Contemporanea Roma

La vita artistica di Giusberti è scandita da periodi di ricerca, ognuno rappresentato da opere che ne hanno manifestato l’apice, in una continua evoluzione pittorica che spesso ha anticipato e precorso le avanguardie contemporanee: dagli anacronismi degli anni ’70, con la sperimentazione delle prime sovrapposizioni di immagini; al neorealismo e allo studio del movimento iniziati negli anni ’80, con la rappresentazione del paesaggio urbano come mezzo che da solo riesce a trasmettere uno stato dello spirito e continuato come ricerca del perenne dinamismo della realtà; fino alla sua pittura pluridimensionale presentata alla Biennale di Venezia nel 2012.

Nelle sue opere si può trovare riunito impressionismo, espressionismo e realismo. In un cambio d’epoca come quello attuale, dove prevale la tecnologia, Giusberti esplora sempre le potenzialità manuali dell’artista che, come per tante altre arti, rimangono il centro della ricerca e il mezzo espressivo fondamentale, perché senza tecnica non si parla e non si comunica. Oggi, protagonista della comunicazione è l’iphone, anche per la percezione dell’immagine, ma la fotografia rimane per l’artista un pretesto di esplorazione che si affianca a quella costante sui materiali.

Arriva così alla presentazione, ad ArteFiera 2015, alle immagini spezzate delle panoramiche di strade e periferie di grandi città. La destabilizzazione che si osserva in queste opere rappresenta ciò che stiamo vivendo in questo momento storico. La nostra realtà è rotta, spezzata, assurda, l’immagine riprodotta nelle opere rappresenta lo stato emozionale contemporaneo. Il movimento è qui congelato, fratturato, tagliato a pezzi; testimonia il fatto che non c’è più regola, non esiste il tempo della trasformazione, ma tutto quello che viviamo è più drastico, vissuto come in un terremoto, in un’inondazione. Le parti completamente scure che si vedono qua e là nelle panoramiche rappresentano l’ignoto nel quale le persone e gli oggetti sono risucchiati e tagliati da un movimento non rappresentato, la loro essenza è come assorbita in un’altra dimensione.

Per Giusberti il richiamo più forte oggi è ancora la ricerca della libertà d’espressione, indispensabile per regalare a chi guarda un’analisi diversa e personale della realtà.

Scopri le opere a catalogo

ANACRONISMI

Anacronismo è un termine che può essere definito da un fatto o da un oggetto al di fuori del tempo, inserito dunque in un contesto temporale che non gli appartiene – Scopri le opere

DINAMISMO

Alla fine degli anni ’70, dopo mezzo secolo di distanza dalle ricerche dei Futuristi, Alessandro Giusberti riprende la tematica del Dinamismo, diventando all’avanguardia in ambito contemporaneo – Scopri le opere

ESPRESSIONISMO CONTEMPORANEO

In pittura l’Espressionismo è una alterazione del reale provocata nell’accentuare le espressioni dell’uomo e del suo intero habitat – Scopri le opere

REALISMO URBANO

La pittura è nata come rappresentazione del reale: un punto di vista individuale, realizzato manualmente, ma che ha origine nella mente, nel mondo delle idee e che utilizza tutti i sensi recettivi dell’uomo – Scopri le opere

METAMORFOSI URBANE

La metamorfosi nasce da speculazioni visive date da immagini rilevate in velocità. È stata una delle ultime, appassionanti ricerche da me svolte alla fine degli anni ’80 – Scopri le opere

PLURIDIMENSIONI

La deformazione delle immagini nel movimento, nelle sovraimpressioni, negli assemblaggi delle unioni di varie dimensioni mi ha sempre affascinato fin dall’adolescenza – Scopri le opere

TRASFIGURAZIONI

Una ricerca sulla realtà attraverso la deformazione dell’immagine che, passando attraverso un materiale deformante come ad esempio un vetro soffiato supera un limite (trascende) da un luogo ad un altro, si trasforma da una condizione ad un’altra, passando attraverso le transparenze – Scopri le opere

SANTO STEFANO

Nel 2012 mi venne commissionato dai Monaci Benedettini un ritratto di Santo Stefano per l’omonima basilica di Bologna, andando a sostituire una riproduzione degli anni ’60 di una figurina raffigurante il Santo di 20 cm. senza valore che stazionava nella chiesa da mezzo secolo indisturbataScopri le opere

FIGURE

La pittura si avvale anche di simbolismi, ma bisogna ricordare che tutto e tutti vengono rappresentati come figure filtrate dalla cultura spirituale, concettuale e visiva di ognuno di noi – Scopri le opere

NATURE MORTE

Forse oggi, in questa stupida era, dove si vive al momento e non si contempla nulla della natura, ma al contrario la si distrugge, dipingere la natura, anche se morta, può forse sembrare anacronistico e fuori moda – Scopri le opere

NUDI

Il nudo femminile ha sempre interessato gli artisti nel corso della storia. In Occidente la scoperta della “Venere marina” di Pompei influenzò tutto il XVI° secolo – Scopri le opere

DISEGNI

Il disegno sorregge la scena pittorica, è lo scheletro della pittura. Il disegno è espressione, dinamismo, è il segno che diventa soggetto, è il bello scaturito dall’immaginazione e dal Creato – Scopri le opere

RITRATTI

Nell’espressione del viso di una persona in effetti si può trovare una vita intera, la sofferenza e la gioia, quello che si è perduto e quello che si vuole ancora conquistare – Scopri le opere

SCULTURE

Sia nella scultura che nella pittura si plasma una materia. Si possono usare infinite tecniche, utensili e svariati macchinari, ma personalmente prediligo l’ausilio espressivo delle mani – Scopri le opere

Social Media